tre film a confronto.


questo è il mio 103esimo articolo. il numero 3 e il mio amore intellettuale per la sintesi mi han fatto venire in mente quest’ idea bizzarra. prendere gli ultimi tre film che ho visto e metterli a confronto. nonostante non abbiano apparentemente nulla in comune, ci voglio comunque trovare un nesso… perchè niente accade per caso, neppure la sequenza karmica con qui si conoscono i film. vi avviso subito che non amo il “politically correct”.

in sintesi, ecco il primo:

 “world invasion… e qualcos’ altro che non ho voglia di scrivere” . un incrocio tra il bellissimo “black hawk down” e quella merdata di “indipendence day”. cosa succede se mescolate della cioccolata con la merda? finirete per sentire solo il gusto della merda.

un film per guerrafondai ottusi. visto che nel mondo reale è ormai difficile credere ai nemici che ci vengono presentati come tali o solamente capire chi sia il vero “cattivo”, ecco che viene creato un finto film bellico di guerriglia urbana di difesa, dove l’ invasore è intergalattico e senz’ anima…robot o quasi. l ‘ extracomunitario ci vuole solo conquistare ammazzandoci tutti.

 ecco come si mantiene lo spirito patriottico al giorno d’ oggi. ovviamente ci credono solo i bimbominchia. se invece hai trent’ anni e ti è piaciuto… alle prossime elezioni non andare a votare… ne hai perso il diritto.

ecco il secondo:

 “blindness”. una strana epidemia rende tutti ciechi. come la nostra piccola vita da “borghesotti” sia appesa ad un filo, e tutto possa cambiare da un momento all’ altro. niente è per sempre, tutto muta e si trasforma… e non sempre a nostro vantaggio. dal regista di “city of god”, capolavoro sulla realtà delle favelas. un film di cui si è parlato troppo poco, come spesso accade nei casi di un’ ottima pellicola come questa. un film che quelli del pdl e pd dovrebbero vedere prima di venire travolti da quello che ancora non s’ aspettano, e fanno finta di non vedere. ma è meglio così.

ed ora il terzo:

“la nostra vita”. ecco come invece la nostra vera vita può cambiare in un secondo. saremmo in grado di mantenere la nostra “salute” morale? oppure in balia degli eventi non ci biasimeremmo di alcunchè?

è anche un film sull’ italia di oggi, di come abbia perso totalmente coerenza etica sociale, politica ed economica. un film in cui è imbarazzante specchiarsi, ma nello stesso tempo obbligatorio farlo. altrimenti affondare nel fango sarà inevitabile. e se pensi che sia solo un film da “comunisti”… è perchè sei solo un coglione.

io il filo conduttore l’ ho trovato. e tu?

4 thoughts on “tre film a confronto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...