Facciamo l’ affare!


 “dai, facciamo l’ affare!”

ecco la frase, il dogma, la fede che negli ultimi 20 anni ha mandato a puttane l’ intero sistama occidentale, basato appunto su quest’ unico fondamento sul  quale non transige. speculare, speculare e ancora speculare.

se pensate che nell’ 89  il muro di berlino sia caduto per rendere finalmente libera gente che fino a quel giorno era imprigionata… bè, vi sbagliate. é caduto solo per aprire le porte a nuove fette di mercato, tenute a regime controllato fino a quel momento. niente di più.

cosa vuol dire in realtà ” facciamo l’ affare”?

non è una semplice transazione economica in cui una parte offre un servizio o un prodotto e l’ altra parte gli paga il giusto compenso. se fosse semplicemante questo, non ci troveremo certo sull’ orlo del baratro economico e alle porte di una rivoluzione forse planetaria.

“facciamo l’ affare ” oggi vuol dire che lavoro poco, spendo poco e pago il meno possibile ma voglio il meglio. perchè io sono ricco , tu sei povero, e devi fare quel che ti dico io.

pensate a chi affitta a studenti e ed extracomunitari loculi a rate stratosferiche, in cui si è obbligati a viverci in dieci, dove ci sarebbe posto solo per due. pensate a scarpette griffate produtte in culo al mondo per 20 centesimi al pezzo, per poi essere rivendute al borghesotto della brianza, all’ outlet sotto casa, a cento euro, facendogli credere d’ aver fatto l’ affare. e lui, il borghesotto, che ci crede pure e si vanta con gli amici. pensate ai mercati finanziari, dove valanghe di capitali, che non entreranno mai a contatto con il sudore delle mani di chi li ha veramente creati con il lavoro reale, vengono fagocitati dalla solita cricca di squali, pappaeciccia con governi e mafie varie.

la speculazione è un crimine, lo è sempre. però viene sopportata se non addirittura autorizzata con leggine, conti offshore, e manovre finanziarie  governative ambigue. manovre di cui ovviamente nessuno dei responsabili paga mai il conto, tranne quando serve un  capro espiatorio, per evitare che  al popolo ,in quell’attimo attento, venga in mente di bruciare strade e città e soprattutto il loro viscido culo.

per un tanzi e un madoff, vi sono centinaia di altre persone che dovrebbero pagare… perchè pensare che sia solo colpa loro e che han potuto fare tutto da soli e solamente ora… scusatemi il termine, ma è proprio da coglioni del bunga bunga.

volete sapere dove vanno a finire tutti i soldi che stranamente scompaiono dal mercato?  quando tutt’ intorno a voi ci sono sempre nuovi disoccupati e saracinesche che la mattina non si rialzeranno? guardate un po’ chi invece continua ad aprire succursali ed uffici se non addirittura palazzi interi?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...