the hunter


e qui siano dalle parti di “cargo 200”, di cui ho parlato tempo fa sempre su queste pagine, solo nell’ iran di oggi e non nella russia dell ’84.

sei un cittadino qualunque, o quasi. in realtà sei appena uscito di galera. per questo sei obbligato al turno di notte, come ennesimo dazio da pagare alla società. hai una famiglia che vedi poco, ma sei “felice”. hai anche il tempo di cacciare la mattina appena uscito dal lavoro prima di rientrare a casa. in fondo ti senti anche fortunato.

ma il tuo paese è politicamente instabile, e così può succedere che dopo una delle tante manifestazioni contro la dittatura, quando torni a casa, tua moglie e tua figlia non ci sian più. quando la rabbia e la disperazione prendono il sopravvento e se l’ unica cosa che sai far meglio è usare il fucile da caccia…allora tanti auguri.

se la trama vi può far pensare a qualche azione alla “rambo”, non è questo nè il paese, nè il contesto in cui sia possibile farlo o anche solo pensare di aver qualche possibilità di uscirne vivi… soprattutto se finisci in mano alla polizia. a quella polizia.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...