la rivolta su acheron lv114


ecco ora tutti quanti sul patibolo i cari governatori di acheron lv114.

500 anni di sviluppo industriale e tecnologico avrebbero dovuto portare benessere a tutti. questo in teoria. nei fatti i soliti politicanti burocrati e ciechi vollero speculare alle spalle dei loro elettori. certo, perchè se davvero tutti avessero conosciuto il benessere, loro sarebbero diventati inutili.

eccoli ora però tutti in fila in attesa di essere giustiziati, colpevoli di non aver saputo mettere un  frano alla loro ingordigia. quando 10000 corone all’ anno non erano più sufficienti per vivere e gli acheroniani urlavano a gran voce fuori dai palazzi del potere, loro, i potenti, chiudevano le tende e alzavano il volume dei loro inutili pensieri, infischiandosene egoisticamente di quel che veniva urlato all’ esterno.

gli ultimi tempi prima della grande rivolta ,uno di loro riuscì a definirsi povero con 150000 corone all’ anno. questo e altro, tanto avevano perso il rapporto con la realtà che il popolo era costretto ad affrontare quotidianamente.

ora era la folla a decidere del suo destino.

“ecco amici Acheroniani, ora “150000coronesonpovero” aspetta il vostro giudizio. che faccio, apro o chiudo?”

e la risposta della folla non tardò certo ad arrivare- “apri!apri!apri!apri!” dissero in milioni in diretta planetaria.

i fori sulla pedana sotto le zampe glabre di “150000coronesonpovero” d’ un tratto s’ aprirono. un gayser acido e rovente investì il suo corpo. prima evaporarono gli abiti, poi il derma, poi il grasso, poi i muscoli. questa volta non fece in tempo ad alzare il volume della sua mente per non sentire, perchè questa volta le urla eran le sue.

 ed anche i suoi persieri stavano urlando in quel momento.

dovete sapere che alla fine di quei 500 anni di speculazione, anche scientifica, i governatori di acheron lv114 riuscirono a diventare immortali all’ insaputa del loro popolo. oddio, un ‘ immortalità sperimentale. solo il cervello all’ interno della scatola cranica poteva resistere a qualsiasi trauma, anche se il corpo non ci fosse più stato. questo per non far fuggire l’ anima, finchè non si fosse scoperto il modo di rendere immortale anche il resto del corpo, all’ esterno dello scheletro.

ecco, quello che il popolo non sapeva: le urla di “150000coronesonpovero” non le avrebbe più sentite dopo un paio di secondi…ma lui invece sì, in eterno.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...