la masai bianca e il trono di spade.


ci son due tipi di rapporti interrazziali:

tra due individui di razza diversa che han vissuto o vivono nello stesso paese e quindi immersi nello stesso stile di vita, pur continuando a rispettare magari le proprie “origini”. oppure tra due individui di razza diversa che han vissuto e vivono in un contesto sociale totalmente diverso, quindi provenienti da cultura, religione e usanze totalmente differenti.

ora, è ovvio che nel secondo uno dei due partner sia obbligato ad abbandonare la propria “casa” e le proprie “abitudini” e accettare senza riserve quelle dell’ altro. se nessuno dei due accetta questa fase iniziale, nessuna relazione duratura potrà mai esser possibile.

quando una svizzera, un po’ viziata probabilmente, decide di trasferirsi in un villaggio masai per vivere con la sua nuova “cotta” estiva, forse decidere di continuare a voler mantenere uno status da donna occidentale volendo aprire un negozio tra gli altopiani kenioti, oltre che azzardato ed estremamente ingenuo, potrebbe risultare pure “mortale”.

se ti vuoi sposare con un masai, vivere in un villaggio masai, devi accettare di diventare una donna masai. punto. oppure convinci lui a venire in svizzera e indossare un paio di sci qualche mese all’ anno. ma cercare di rimanere una negoziante svizzera tra allevatori masai è antropologicamente criminale.  

la conclusione non potrà che essere una solamente.

 certo l’ ingenuità e la sprovvedutezza della protagonista nell’ affrontare una scelta così radicale raggiungono vertici che solo un’ infantile arroganza può giustificare, disarmante quanto imbarazzante. può ritenersi fortunata d’ essere rimasta in vita per poterla raccontare, ma non certo vantarsene.

p.s. credo senza sbagliare che gli sceneggiatori o il regista del “trono di spade” abbiano preso più di uno spunto se non addirittura “plagiato”, l’ intera sequenza del gioco di ruolo sessuale che avviene tra la svizzera e il masai per raccontare quel che avviene tra khal drogo e daenerys targaryen, ne sono certo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...