Editoria, ghostwriter e politica.


Il ghostwriter è una figura professionale ormai nota e accertata.

I principali impieghi sono:

1- Uno scrittore ormai arrivato al successo può permettersi, per uscire con un nuovo romanzo ogni anno, il servizio di uno o più ghostwriter. Questi secondo le indicazioni e una scaletta dello scrittore famoso, scriveranno tutto il nuovo “lavoro” al suo posto. Alla fine lui ci metterà la sua firma, poi dritto in libreria.

2- Una casa editrice utilizza un testimonial e lo spaccia per scrittore che vuol raccontare le sue memorie. Assume un ghostwriter che le scriva al posto suo. Il testimonial ci mette firma e foto in copertina, poi dritto in libreria

3- Svogliati figli di papà ne richiedono uno per la stesura della propria tesi di laurea.

4- Candidati politici improvvisati (ma anche no!) che faticano con la semantica nel migliore dei casi o a riconoscere verbi ausiliari da congiunzioni nel peggiore, assumono amici ghostwriter per la loro campagna elettorale. In casi limite il ghostwriter si dimostra essere più imbarazzante di chi deve sostituire.

Se appartieni alla terza e alla quarta categoria questo link potrebbe esserti utile. Non regalare ancora il tuo tempo all’ indignazione sgrammaticata e studia.

Dimenticavo il film… consigliatissimo. Un’ odissea formativa sui rischi del ghostwriter di politici potenti. Certo lo stipendio potrebbe essere a 6 cifre, direttamente proporzionale ai rischi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...